Manifesto degli Omofobi

Se omofobia è credere nella famiglia tradizionale come perno della società, allora sì: siamo omofobi.

Se omofobia è chiedere che il matrimonio tra un uomo e una donna venga tutelato come da Costituzione, allora sì: siamo omofobi.

Se omofobia è avere anche solo un dubbo sulla possibilità di aprire ai matrimoni gay, allora sì: siamo omofobi.

Se omofobia è dire no alle adozioni per le coppie gay, allora sì: siamo omofobi.

Se omofobia è esternare che «sono per la famiglia tradizionale, non realizzerò mai uno spot con i gay», allora sì: siamo omofobi.

Se omofobia è sostenere il diritto per un bambino ad avere un padre ed una madre, allora sì: siamo omofobi.

Se omofobia è tutto quello che non rientra nel progressismo che sta diventando conformismo, allora sì: siamo omofobi.

Se omofobia è sostenere la libertà di esprimere proprie idee contro l’ideologia di genere, allora sì: siamo omofobi.

Anche se ci piacerebbe chiamarla LIBERTA’ D’ESPRESSIONE.

Non è possibile che ogni singola parola non in linea con l’ideale gay debba essere necessariamente “omofobia”. Si può liberamente dissentire? E’ ora che i gay smettano di dipingersi come “indifesi agnellini circondati da un branco di lupi sporchi e cattivi” – come dice sul Fatto Quotidiano Domenico Neso -. E’ ora di smetterla con le accuse e le continue richieste di scuse verso chi la pensa diversamente.

Giuseppe De Lorenzo

vignetta-di-mafalda-sulla-liberta-di-parola-copia

Annunci
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Politica italiana e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Manifesto degli Omofobi

  1. Steve ha detto:

    Firmo così!

  2. Marco Zenoni ha detto:

    Sottoscrivo!

  3. Roberto De Albentiis ha detto:

    Sottoscrivo anche io!

  4. Franco Ligabue ha detto:

    non capisco qual e` il problema. Vi definite omofobi da soli, non e` liberta` di opinione mia ribadire che in effetti lo siete? Quanto al caso barilla, per quanto io in genere detesti i boicottaggi, devo dire che in questo caso e` stato proprio il signor barilla a invocarlo, invitando esplicitamente chi non la pensa come lui a non comprare la sua pasta. Francamente non vedo dove siano le violazioni alla liberta` di chiunque.

    • ideaoccidente ha detto:

      Il problema è che “omofobia” e “omofobo” sono parole usate dalle associazioni e simoatazzanti gay contro chiunque abbia una idea diversa in merito ai temi di “diritti civili”. Sono etichette attaccate addosso a chi dovrebbe avere la libertà di dire:”non voglio le adozioni per i gay” senza dover essere additato come “omofobo”. Il significato di tale termine è molto lontano dall’utilizzo improprio che ne viene volontariamente fatto: non chiamo pedofilo chiunque accarezzi un bambino. Giuseppe De Lorenzo

  5. ishramit ha detto:

    Sono d’accordo con tutto il testo ma… non è velleitario fare una raccolta di sottoscrizioni tra i commenti di wordpress? Se si vuole fare qualcosa di serio tocca farlo altrove…

    • Giuseppe ha detto:

      Se hai una idea precisa accettiamo con piacere suggerimenti!
      Ciao

      • ishramit ha detto:

        Beh, si potrebbero contattare personalità più o meno note del mondo intellettuale ed iniziare dalle firme loro, magari facendo passare il “manifesto” via mail per poi farlo approdare su qualche giornale o rivista…

  6. Lorenzo ha detto:

    E allora sì: siete omofobi.

  7. Denise Cecilia S. ha detto:

    Più le cose si fanno semplici, ho imparato, e meno le si comprende.
    Persino un manifestino mezzo ironico come questo diventa la scusa per dire: e allora di che vi lamentate?.

    Forse lasciare una firma ha un senso solo per raccogliersi attorno a questo blog e queste idee, ma non lo trovo inutile: io non frequento il primo ma nel caso specifico sono d’accordo con le seconde, ergo ci metto anche la mia.

  8. At ha detto:

    firmo anche io per ribadire semplicemente che è omofobo chi attua violenze fisiche o psicologiche e discriminazione su luoghi di divertimento e di lavoro nei confronti dei gay.
    non è definibile omofobo chi non impedisce loro di esprimere le loro idee e di portare avanti richieste di nuovi riconoscimenti – e infatti la società lo consente quindi di fatto ognuno di noi!- ma semplicemente dice: “io non sono d’accordo”.
    altrimenti potremmo parlare di ETEROFOBIA adducendo le stesse argomentazioni delle lobby gay, cioè che non possiamo esprimere diversità di opinione.
    AT

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...