LA SFIDA HA INIZIO

Le sfide: sono queste a rendere la vita degna di essere vissuta, la possibilità di schierarsi, di combattere, avere la possibilità di cambiare realmente le cose, è questo che ci rende uomini e che rende unico il contributo che ciascuno di noi può dare. Con questo blog abbiamo semplicemente raccolto una sfida, abbiamo scommesso su noi stessi e su questa società, sull’Europa e sull’Occidente, vogliamo dare il nostro contributo affinché molti dei problemi che ci troviamo ad affrontare vengano risolti. L’idea di creare questa pagina web ci è venuta praticamente per caso, ma potrebbe rivelarsi una buona finestra dalla quale guardare il mondo, naturalmente è aperta a tutti coloro che volessero contribuire: non c’è che da chiedere! Fondamentalmente ciò che sta alla base di questa idea è la costatazione che molte cose non vanno come dovrebbero, ma ci rifiutiamo di credere che questo nostro mondo sia così marcio da non poter tornare indietro, da non poter risolvere i propri problemi. L’Europa si trova a vivere ore decisive, come comunità che tende ad aggregarsi sul modello di uno stato sovranazionale, ma soprattutto come modello di pensiero, Europa significa Occidente, non solo etimologicamente. È innegabile che questi anni avranno un’importanza straordinaria sotto molti punti di vista. Ed è altrettanto innegabile che forse mai come oggi la società occidentale è stata sul punto di collassare, ma tutto ciò può trasformarsi in un’occasione di progresso e non di regresso. L’attuale condizione di crisi, la vera sfida del nostro tempo, che è certamente economica solo in ultima analisi, e che ha radici ben più profonde, nel tessuto morale ed etico, deve essere vista non come la fine di ogni cosa, come il capolinea oltre il quale c’è solo il deserto, ma al contrario, va intesa come il momento della verità in cui ciò che non vale viene spazzato via e a restare è solamente ciò che più conta. La crisi, dunque, come un qualcosa che riduce all’essenziale, eliminando le sovrastrutture che abbiamo artificialmente costruito e che crediamo siano insostituibili. Non siamo in grado, ad oggi, di sapere quando questa congiuntura sfavorevole terminerà, ma dobbiamo capire che dopo di essa ciò che conosciamo, nel bene o nel male, sarà diverso. È per questo che ciascuno di noi ha il dovere di affrontarla nel proprio piccolo, per trovare quelle risposte che creeranno la risposta finale. Anche in passato le grandi crisi si sono rivelate essere periodi di aratura, dopo i quali le coltivazioni divengono fiorenti. L’importante è non avere paura, non scappare dinnanzi al pericolo, avere il coraggio di guardare al futuro non con occhi minacciosi di chi cerca solo un modo per fare fortuna e riscattare la propria anonima esistenza, né con quell’insana malinconia che rasenta la depressione di chi ha le ali tarpate e che non riesce neppure a ricordare il viaggio che voleva intraprendere. Ritrovare nelle tradizioni un valore, un carattere identificativo, che ci metta al servizio di qualcosa di più grande di noi stessi, per non lasciare che siano gli indici borsistici a stabilire se quello passato è stato un giorno importante o da dimenticare. Il nostro linguaggio sarà semplice e diretto, duri e puri, questo è lo spirito della nostra redazione. Quello che viviamo è il tempo dei grandi ideali necessari per affrontare grandi paure e grandi incertezze, quello che viviamo è il tempo delle idee generali, fondamentali per rispondere in modo adeguato al caos della moderna concezione relativista. Proviamoci, giochiamo il tutto per tutto, almeno, come ha detto un grande giornalista italiano, anche se fallissimo, finiremmo in bellezza e non in schifezza.

Luca Marroni

Annunci
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Luca Marroni, Tutti. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...